Come fotografare un neonato (newborn photography)

Quando nasce un bambino è una gioia e una festa per tutti: non solo per i neo genitori, ma anche per zii e zie, parenti ed amici! E tutti, ma proprio tutti, vorrebbero saper fotografare un neonato in modo originale per avere un ricordo del nuovo arrivato. Grazie alle macchine fotografiche digitali ognuno di noi si sente un fotografo provetto, ma scattare una foto ad un neonato non è così semplice come si potrebbe credere.

Vuoi sapere come fare per valorizzare al meglio il tuo soggetto? Ecco qualche suggerimento!

Prima di iniziare, specie se è la prima volta che leggi il mio blog, ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, delle guide per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

newborn

DECIDI COSA FOTOGRAFARE

La prima cosa da decidere, e che influenzerà la modalità di azione, è se si vuol fotografare un neonato da solo, oppure se lo si vuole ritrarre con i suoi fratellini e sorelline (qualora ne abbia).

Si potrebbe semplicemente decidere di fare entrambe le cose; di certo fotografare un neonato da solo è molto più semplice. Un bambino piccolo normalmente dorme parecchio, e la sua tenerezza e le sue piccole dimensioni sono elementi di sicuro successo per ottenere un buono scatto.

Iniziamo quindi a considerare cosa si deve fare per fotografare il piccolo come soggetto singolo.

IL BIMBO IN CULLA

Lo sfondo migliore da usare per scattare delle belle fotografie ad un neonato è la sua culla.

Restando nella culla, dormirà pacifico, senza essere disturbato dall’ambiente esterno: infatti lui non dovrà fare altro che riposare e stare fermo, e sarai tu a muoverti intorno a lui.

Ecco quali sono le angolazioni migliori da adottare per scattargli delle foto ricordo memorabili.

1) dall’alto, a figura intera: procurati uno sgabello, e assicurati di avere la macchina fotografica tenuta intorno al collo dalla cinghia. L’apparecchio potrebbe scapparti di mano e cadere addosso al bambino! Questo accorgimento andrebbe adottato sempre quando si fanno fotografie ai bambini piccoli. Da questa posizione rialzata cerca di inquadrare il tuo soggetto dalla testa fino ai piedi. In questo modo ne metterai in risalto la minutezza, e mamma e papà potranno sempre ricordarlo così com’era nei suoi primissimi giorni di vita.

2) primo piano: mettiti ad altezza di bambino, ovvero posiziona l’obiettivo tra le sbarre della culla, lì dove si trova la testolina del piccolo. Qui dovrai esercitare un po’ di pazienza, perché dovresti aspettare il momento in cui lui si gira verso di te e magari apre gli occhi. In questo modo otterrai un primo piano da vero rubacuori!

3) la testa: oltre al primo piano, è sempre bello fotografare il cranio del neonato. Per farlo non devi fare altro che spostarti dalla posizione laterale alla culla per metterti nel lato superiore, dietro la sua testolina. Di nuovo l’obiettivo va infilato tra le sbarre. Ancora una volta questo scatto servirà a mettere in risalto la fragilità del piccolo, e ne risulterà una foto di incredibile dolcezza.

4) le dita dei piedi: niente trasmette maggiore tenerezza e senso di protezione delle piccolissime dita dei piedi di un neonato. Fotografarle da vicino è un modo sicuro per ottenere una foto ricordo guardando la quale la mamma si commuoverà per sempre, anche quando il suo piccolo sarà ormai grande!

5) mezzobusto: infine, lo scatto più tradizionale, meno emozionale degli altri ma ottimo come foto ricordo, consiste nell’inquadrare nuovamente il piccolo dall’alto, salendo su uno sgabello, ma stavolta senza coglierlo a figura intera. L’inquadratura dovrebbe andare dalle testa alla vita. Un trucchetto di sicuro effetto consiste nel non inquadrare il piccolo esattamente al centro della foto, ma di lasciare un po’ di spazio vuoto al suo fianco, a destra o a sinistra. Lì mamma e papà potranno scrivere il suo nome, la sua data di nascita, e tutto ciò che vorranno.

newborn

IL NEONATO CON I SUOI FRATELLINI

Fotografare un neonato insieme a fratellini o sorelline è decisamente meno semplice. I bambini più grandicelli non si limitano a dormire, ma fanno domande, si muovono, e spesso tenerli fermi o fargli fare quello che si desidera non è per niente facile.

Anche in questo caso però esistono dei trucchetti che si possono adottare per ottenere i risultati migliori.

La fatica più grande non la farai nell’effettuare lo scatto in sé, quanto più nel prepararlo. Infatti, ti devi guadagnare la fiducia e soprattutto la collaborazione dei fratellini maggiori del neonato: solo così potrai ottenere delle fotografie dolcissime che renderanno i primi giorni di vita del piccolo indimenticabili.

Un fratellino, o sorellina, che accoglie un nuovo arrivato in famiglia di solito non è molto felice. Fino al giorno prima era lui, o lei, ad essere al centro dell’attenzione, ed era l’unico esclusivo pensiero di mamma e papà.

Da qualche giorno non è più così e l’umore non è proprio al massimo.

Cosa puoi fare per modificare l’atteggiamento dei bambini nei tuoi confronti, rendendoli ben disposti a farsi fare qualche fotografia?

Per prima cosa devi cercare di conoscerli e farti conoscere. Parla un po’ con loro, cerca di capire i loro gusti, poi coinvolgili nell’organizzazione del set fotografico.

Ad esempio, puoi chiedere loro quale cappellino preferiscono che indossi il neonato, che colore vogliono che usi come sfondo, se preferiscono abbracciare il fratellino più piccolo, o solo tenerlo vicino, o baciarlo.

In una parola, devi farli sentire importanti, in modo tale che percepiscano anche come una propria responsabilità la buona riuscita delle fotografie.

Gli scatti poi possono essere organizzati come meglio credi: i bambini possono stare insieme in una culla, o seduti su un tappeto. Saranno sempre foto molto dolci.

Ricorda però di fare tanti scatti, perché non è detto che tutti riescano a dovere.

Avverti in anticipo i fratellini maggiori del numero di fotografie che intendi fare, così loro saranno preparati e accetteranno di buon grado di aspettare tutto il tempo necessario.

Soprattutto, tieni sempre sotto mano qualche piccolo regalo da fare loro una volta che tutto sia finito. Un premio, un dolciume, un piccolo gioco, serviranno a ricompensarli di un po’ di noia, e ancora una volta li faranno sentire al centro dell’attenzione.

newborn

CONSIGLI GENERALI PER FOTOGRAFARE UN NEONATO

Sia che tu debba solo fotografare un neonato, o che tu debba scattarle a tutta la famiglia riunita, ci sono altri accorgimenti che devi conoscere e che potranno esserti di grande aiuto per rendere gli scatti facili e piacevoli da eseguire, ed anche soddisfacenti nel risultato.

Quando fai le foto ad un bambino appena nato, la sua mamma deve sempre essere presente e stare il più vicina possibile a lui.

Come abbiamo detto, di solito un bambino piccolo spende la maggior parte del suo tempo a dormire, ma quando viene portato in un ambiente nuovo, o si sente al centro dell’attenzione, potrebbe innervosirsi e cominciare a piangere.

Se invece la mamma lo allatta un poco prima di cominciare a scattare le foto, nello stesso luogo in cui saranno ambientati gli scatti, si sentirà confortato, a suo agio, e non farà capricci. Se poi sentirà che la mamma gli è vicina starà ancora più tranquillo…. e anche lei sarà molto più tranquilla!

Ricordati inoltre di scegliere personalmente gli abiti che il piccolino indosserà per i tuoi scatti. I genitori da questo punto di vista non sono affidabili: di solito ritengono adorabili indumenti che, pur essendo carini, non sono minimamente fotogenici.

Devi essere tu a selezionare i colori e le fantasie più adeguate all’effetto finale che intendi ottenere. E i genitori si devono fidare!

Se invece decidi di fare le foto al bambino nudo, ricorda che questi scatti sono gli ultimi che devi fare. Il piccolo infatti non deve restare troppo a lungo scoperto; ma soprattutto ciò su cui viene appoggiato non resterà pulito troppo a lungo!

newborn

CONCLUSIONI

Fare foto ad un bambino appena nato è una grande soddisfazione, perché si tratta di un soggetto che, vada come vada, non potrà deludere i destinatari delle foto, ovvero i suoi genitori, amici e parenti.

Bisogna anche dire, però, che i bambini appena nati, anche se ispirano una gran tenerezza e infondono un forte senso di protezione, non sono sempre belli in senso canonico. Spesso sono grinzosi e fanno espressioni strane, buffe e dolci, ma non esattamente fotogeniche.

Per questo motivo è molto importante anche usare i filtri più adeguati, un obiettivo che consenta di cogliere anche i dettagli più minuti, ed una luce tenue e soffusa che non dia vita a foto troppo nitide.

Creare la giusta atmosfera per fotografare un neonato è fondamentale, sia affinché il risultato finale corrisponda alle aspettative, sia perché i bambini coinvolti nello scatto non vengano infastiditi e riescano così a dare il meglio di loro stessi.

Siamo giunti alla fine del post. Aspetto i tuoi commenti e le tue riflessioni nei commenti…! In più, se l’articolo ti è piaciuto, ti chiedo un semplice +1 e una condivisione sul tuo social network preferito!

// Active Campaign