Come stimolare la tua creatività ed ispirazione

Indubbiamente si tratta di una cosa assurda, ma quando ci mettiamo la fotocamera al collo ci si sente quasi in “dovere” di ottenere dei risultati fotografici validi ed interessanti e questo stato mentale mette in difficoltà tantissimi fotografi amatoriali, ma anche professionisti. Si crea un tale stato di disagio e stress che potrebbe addirittura portare all’abbandono di questo fantastico hobby!

È molto strana questa cosa perché in realtà per stimolare la tua creatività e dar sfogo all’ispirazione non ci vuole poi molto. Per metterla in un modo molto semplicistico io la vedo come un interruttore… basta sapere quale premere e tutto parte in modo totalmente automatico.

Vediamo assieme 3 step che possono aiutarti in questo senso ma prima di continuare, specie se è la prima volta che leggi il mio blog, ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, delle guide per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

creatività

STEP #1: ROMPI LA ROUTINE

L’uomo ama la routine. Ne è succube. Che tu lo voglia ammettere o meno è una cosa totalmente naturale. La routine è sicurezza per la nostra testa.

Sapere ogni giorno cosa ci aspetta a lavoro, di avere uno stipendio assicurato ogni mese, la rata fissa del mutuo. Anche se “tecnicamente” il lavoro ed i debiti non sono proprio degli ideali “positivi”, nella realtà è proprio la consapevolezza delle cadenze periodiche prefissate che ci tranquillizza.

Questa routine tuttavia soffoca la tua ispirazione ed ogni presupposto creativo.

Io non ti sto chiedendo di mollare il lavoro, non pagare l’auto a rate ecc… ma ti sto solo dicendo che se vuoi dare un po’ di sfogo alla tua creatività devi — come primo step — rompere qualche routine.

Quando hai un attimo libero invece che buttarti nel divano o loggarti in Facebook, esci a fare una passeggiata. Controlla a che ora c’è l’alba e metti la sveglia una mezz’ora prima in modo da svegliarti per tempo e poterla guardare. A meno che tu non sia un panettiere credo che nessuno abbia questo problema.

Se ti fermi fuori a pranzo per lavoro, salta qualche volta l’appuntamento con il ristorante e passa quell’ora seduto in una qualche panchina di una città a vedere la gente che passa immaginando di catturarla per un reportage o una sessione di street photography.

Se cominci a “rompere qualche routine” vedrai che i risultati salteranno fuori da soli! Anche se non lo vuoi!

STEP #2: METTITI “SCOMODO”

creatività

Legato allo step 1, ovvero con l’intento di rompere la routine, il passo successivo è quello di scegliere volontariamente la scomodità. Prendere una posizione scomoda è in fondo il più palese dei metodi per rompere un’abitudine no?

Ma cosa significa? Te lo spiego subito.

  • Fotografare persone estranee ti mette a disagio? Fallo.
  • Non hai mai fatto una sessione di fotografia naturalistica perché le trovi noiose? Esci a fare fotografia naturalistica.

Dimmi la verità… fotografare una persona estranea non l’hai fatto (o non lo farai) nemmeno se ti ho appena detto che devi farlo vero? Non posso saperlo, ma sono consapevole che fotografare estranei — quando ci sentiamo veramente a disagio nel farlo — non è una cosa facile da superare.

Per questo motivo c’è una seconda soluzione che puoi adottare: cambia prospettiva. È molto semplice come processo e consiste ne cambiare volutamente la posizione di ripresa dalla quale ti verrebbe naturale posizionarti.

STEP #3: SMETTILA DI ESSERE TROPPO TECNICO

creatività

Come ultimo step indubbiamente posso suggerirti di smettere di essere troppo tecnico. Un po’ anomalo come suggerimento da un blog che si chiama “tecnica fotografica”, ma nella realtà i limiti che vedo nella maggioranza dei fotografi amatoriali è quello di voler essere eccessivamente tecnici.

Mi capita spesso di sentire fotografi “amatori” criticare la leggerezza e semplicità con la quale certi lavori vengono affrontati da alcuni professionisti, ma la questione non sta nel fatto che l’amatore possa o non possa può avere un bagaglio culturale e tecnico che può compiere con un professionista.

La questione è che quasi sempre il fotografo amatoriale da troppa importanza all’aspetto tecnico. E questo non è sempre un bene.

La fotografia è prima di tutto istinto ed emozioni, pertanto a volte è importante che tu metta da parte la “tecnica” e ti dedichi di più alla semplice voglia di fare una fotografia perché in quel momento ti è sembrato giusto farla, il contesto e situazione ti ha emozionato o semplicemente qualcosa ha attirato la tua attenzione.

PER CONCLUDERE

creatività

Se ora vai ad analizzare i tre step che ti ho suggerito troverai un filo conduttore tra di essi che consiste nel FARE. Se vuoi migliorare la tua creatività e trovare fonti di ispirazione non puoi stare ancora davanti al computer/tablet/smartphone, ma dovrai necessariamente prendere in mano quella fotocamera (che non è un soprammobile) e FARE foto FARE delle cose che escono dalla routine, FARE foto che prima non avresti mai fatto.

Essere creativi non è un talento, ma un semplice esercizio. Come un atleta si allena mesi ed anni interi per poi ottenere il risultato finale in una singola gara che potrebbe durare meno di 10 secondi (pensa ad un centometrista), lo stesso puoi fare anche tu.

70 Soluzioni creative per il fotografo è una semplice raccolta di 54 idee e soluzioni che puoi adottare per superare quei momenti di “blocco creativo” più 16 soluzioni che i docenti di fotografia possono adottare per intrattenere i propri allievi durante le uscite pratiche (ciò però non toglie il fatto che puoi applicarle anche tu).

Il manuale è composto da 116 pagine illustrate e disponibile in formato .pdf

Se e vuoi avere maggiori informazioni sul manuale clicca qui.

Ah, ultima cosa importantissima. L’articolo ti è piaciuto? Lasciami un commento qui sotto o condividi l’articolo con i tuoi amici!

// Active Campaign