Expose to the right

Girando nei forum e gruppi di fotografia spesso si sente dire "esponi a destra" oppure "esponi per le luci".

Ad una analisi più tecnica il tutto deriva da come funzionano i sensori e da come questi sono (almeno fino a poco tempo fa) più performanti nella registrazione delle informazioni luminose nelle zone più chiare.

Ma cos'è cambiato? Te lo spiego in un modo semplice.

ASCOLTA LA PUNTATA PODCAST

Clicca sul player per far partire il podcast oppure:

Se i miei podcast ti piacciono ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, dei materiali per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

COSA SIGNIFICA "ESPORRE A DESTRA"?

 Photo by  Miss Zhang  on  Unsplash

Photo by Miss Zhang on Unsplash

Tecnicamente significa fare una foto compensando l'esposizoine in modo da sfruttare al massimo le luci. 

PERCHÈ SI FA?

I "vecchi" (dopo ti spiego perché "vecchi") sensori catturavano molte più informazioni se si espone in modo da rendere il più luminosa possibile (senza clippare le luci, ovvero bruciarle) la scena.

In pratica il sensore catturava molte più informazioni e dettagli nelle zone luminose rispetto a quelle in ombra. Questo comporta che, schiarendo le ombre, si ottenga un degrado dell'immagine maggiore rispetto al fare una immagine luminosa e poi "scurirla" in post-produzione.

COME SI FA?

In fase di scatto, con un occhio all'istogramma, si procede a compensare l'esposizione schiarendo l'immagine.

In post produzione, se ad esempio hai compensato schiarendo di 1 stop, si procedere con il "togliere" 1 stop di luminosità. Da questo momento in avanti si procedere con la post-produzione normale.

RISCHI

Il rischio maggiore consiste nel bruciare, inconsapevolmente, le luci. Infatti le condizioni luminose cambiano in continuazione, specie nella fotografia paesaggistica, e questo comporta il rischio di fare delle foto con le luci "bruciate" per aver cercato di schiarire troppo la scena.

HA ANCORA SENSO?

Non più di tanto. I nuovi sensori godono della tecnologia nota come ISO INVARIANCE, ovvero sensori in grado di catturare molte informazioni in modo costante sia sulle ombre che sulle luci, pertanto con questi sensori si riescono a recuperare molto bene anche le zone d'ombra senza an

Aspetto i tuoi commenti e le tue riflessioni qui sotto…! In più, se la puntata ti è piaciuta, ti chiedo semplicemente di cliccare “mi piace” condividere questo PodCast sul tuo social network preferito!

// Active Campaign