I colori complementari nella composizione

In composizione ho parlato di “elementi complementari” per identificare tutti qui soggetti e cose che sono strettamente legate al soggetto principale e lo aiutano ad emergere ancora di più ed essere ancora più incisivo.

Anche nei colori però esistono quelli “complementari”, e nello specifico si intendo quelli che, osservando una comune “ruota dei colori” che puoi facilmente trovare cercandola su Google, si trovano in opposizione tra loro, ovvero nel lato opposto di questa ruota o cerchio.

ASCOLTA LA PUNTATA PODCAST

Clicca sul player per far partire il podcast oppure:

❤️ Vuoi diventare un produttore del PodCast e scoprire tutti i vantaggi? Scopri il progetto su Patreon (clicca qui) 💬 Vuoi farmi una domanda? Contattami su Telegram cliccando qui.

Se i miei podcast ti piacciono ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai ogni settimana una mail con il riepilogo delle puntate, video ed articoli pubblicati! Per secondo troverai nelle prime mail dei materiali gratuiti da scaricare!. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »


I COLORI COMPLEMENTARI

Per essere più precisi di solito si parla di “colori complementari” basandosi su quelli primari, quindi, in base se prendi come riferimento il sistema additivo o sottrattivo trovi :

Nel sistema additivo (Rosso-Verde-Blu):

  • Il Rosso ha come complementare il ciano

  • Il Verde ha come complementare il viola

  • Il Blu ha come complementare il giallo

Nel sistema sottrattivo (Rosso-Giallo-Blu):

  • Il Rosso ha come complementare il verde

  • Il Giallo ha come complementare il viola

  • Il Blu ha come complementare l’arancione

Serve imparare a memoria tutte queste cose? 

Assolutamente no, perché è molto facile definire i colori complementari semplicemente ricordando quali sono i colori primari.

Infatti, se ci hai fatto caso, i colori complementari di un dato colore sono la somma degli altri due colori. Ad esempio, nel sistema sottrattivo (Rosso Giallo Blu), Il rosso ha come completare il verde in quanto se mescoli gli altri due colori primari (il Giallo con il Blu) ottieni per l’appunto il verde…

E tutto questo si ripete anche nelle altre combinazioni indipendentemente se si tratta di sistema additivo o sottrattivo. Quello che devi fare è semplicemente ricordare i colori primari dei sue sistemi.

In composizione, visto che tu stai guardando una scena e devi valutarne le combinazioni di colore, ti consiglio di adottare il sistema SOTTRATTIVO, quindi valutare e combinare i colori esclusivamente bastandoti sulla combinazione dei colori primari Rosso Giallo Blu.

PERCHÉ SONO IMPORTANTI I COLORI COMPLEMENTARI? 

Il motivo è molto semplice: quando si accostano i due colori complementari si ottiene un forte effetto di contrasto, che piace all’osservatore e va anche a generare delle associazioni mentali proprio in base al tipo di abbinamento (infatti, se ti ricordi la prima puntata di questo capitolo, ti parlavo della necessità di comprendere anche la “psicologia dei colori” per migliorare la propria composizione).

Ovviamente si tratta di una caratteristica che colpisce esclusivamente chi scatta a colori, perché se usi fotografare in Bianco e Nero questo aspetto viene meno.

COSA TRASMETTONO I COLORI

Dal punto di vista emotivo i colori sono suddivisi in due categorie:

  • colori caldi

  • colori freddi

Rosso, arancione e giallo sono considerati colori caldi, mentre blu e verde sono considerati colori freddi.

Qui metto un bel appunto tecnico molto importante, specie se sei una persona che ama fare post-produzione ed è abituata a smanettare con il selettore del bilanciamento del bianco impostando le temperature in Kelvin (da non chiamare “gradi Kelvin” che è errato.. quando si parla di “gradi” si fa riferimento esclusivamente ai gradi Celsius).

I colori che tu percepisci visivamente come “caldi” hanno un a temperatura Kelvin bassa. Mentre i colori che tu percepisci visivamente come “freddi” hanno una temperatura alta.

Tuttavia, quando parleremo di “colori caldi” o “colori freddi” sappi che faccio riferimento alla temperatura “percepita” e non a quella “tecnica”. Quindi:

  • Rosso, arancione e giallo sono colori caldi, 

  • blu e verde sono considerati colori freddi.

Chiusa questa parentesi, come puoi giocare con la temperatura percepita del colore?

I colori caldi, contrapposti a quelli freddi, tendono a risultare una combinazione migliore nella composizione fotografica, ovvero risultano delle composizioni più interessanti agli occhi dell’osservatore.

Adesso riporto degli abbinamenti che non ho inventato io, ma sono di esempio comune che qualsiasi fotografo e docente di solito porta come esempio.

IN QUESTA PUNTATA PARLO DEL COLORE “ROSSO”

  • Il rosso è il colore del fuoco e del sangue, due elementi fortemente simbolici. 

  • Il fuoco è la fonte di calore per eccellenza, ma è anche estremamente pericoloso.

Questo fa scaturire nella testa di una persona delle contrapposizioni veramente interessanti. Da un lato il pericolo ed il dolore e dall’altro il calore, sollievo e vita.

Inoltre, se prendi come esempio S.Valentino, ti ricorderai bene che il simbolo è un bel cuore rosso che identifica anche sessualità e passione (se poi ci mettiamo che una nota marca associa il suo prodotto ad un bel tubo BLU ecco che scoppia il contrasto “colore caldo/colore freddo”)

Se ci pensi, il colore rosso è anche usato nella segnaletica stradale… a quale tipologia di segnali? Quelli di pericolo e divieto. Questo perché il colore rosso ha un peso psicologico molto più incisivo degli altri e risulta più facile catturare l’occhio ed attenzione dell’automobilista.