Il software che rivoluzionerà la fotografia

Pochi sanno che ho un collaboratore che lavora dietro le quinte di Tecnica Fotografica. Si chiama Alessandro Bari ma in questa occasione ha dovuto venire allo scoperto visto per una intervista fatta a Jenna Marshal.

Jenna Marshal è un’artista inglese eclettica con capacità poliedriche, multiformi e vivaci che ha pubblicato foto incredibili sulle maggiori testate di settore impressionando il mondo della fotografia; ottenute utilizzando l’innovativo software EiProFull.

Alessandro, in questa intervista tradotta in Italiano, ha strappato info interessanti a Jenna Marshal e Tecnica Fotografica ha avuto in esclusiva questo software per l’Italia per un giorno.

ASCOLTA LA PUNTATA PODCAST

Clicca sul player per far partire il podcast oppure:

❤️ Vuoi diventare un produttore del PodCast e scoprire tutti i vantaggi? Scopri il progetto su Patreon (clicca qui) 💬 Vuoi farmi una domanda? Contattami su Telegram cliccando qui.

Se i miei podcast ti piacciono ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai ogni settimana una mail con il riepilogo delle puntate, video ed articoli pubblicati! Per secondo troverai nelle prime mail dei materiali gratuiti da scaricare!. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »


ESTRATTO INTERVISTA

ALE: Ciao Jenna, le tue foto questo inverno hanno fatto il giro del mondo.
Il primo pensiero è stato che sei riuscita ad essere sempre nel posto giusto al momento giusto. Come hai fatto?

JENNA: Ciao Ale, vivo in simbiosi con la mia reflex da quando avevo un anno e riesco a vedere ciò che i semplici appassionati di fotografia non riuscirebbero a notare nemmeno se cerchiato con l’evidenziatore. Ma il mio segreto in realtà è completamente nascosto nella post produzione, attraverso il software EiProFull.

ALE: Sembra che questo EiProFull sia una sorta di miracolo per i fotografi. È un software per tutti oppure necessita di parecchio studio per poterlo sfruttare a pieno?

JENNA: Partiamo dal fatto che EiProFull è solo per mac, proprio per disincentivare i poveracci all’arte, che per genetica non potrebbero comprenderla.
Il software non è affatto complesso da usare se sei un utente Apple.

ALE: Puoi raccontarci le due funzioni che hai usato di più di EiProFull?

JENNA: Certo. Le due funzioni principali che mi hanno letteralmente cambiato la vita sono:

  • Zoom-Out: quante volte vi è successo di fotografare un particolare che il quel momento vi sembrava rilevante, ma poi vi rendete conto che è accaduto qualcosa di estremamente eccezionale fuori dal campo visivo catturato con la reflex? Ecco, Zoom-Out, attraverso un potente algoritmo ci permette in post produzione di ampliare la scena catturata, fino ad andare a vedere ciò che non avevamo catturato prima. È come se ci fosse la nostra gemella dietro di noi che fa le nostre stesse identiche foto con un grandangolo. Veramente fenomenale. E funziona anche sulla scansione di vecchie foto, spostando verso l’infinito la nostra fantasia.

  • Picasso: la prima volta che ho utilizzato Picasso ho pianto. Vi sarà già capitato di fotografare un soggetto e scoprire poi che dietro ad esso c’era nascosto un particolare che invece avreste voluto evidenziare. Picasso vi permette in post produzione di spostare il soggetto in primo piano per mostrare cosa c’era dietro al momento dello scatto. Solo questo miracolo della tecnologia ti permette di fare cose stupefacenti.


Fabio D’Isanto

Fabio D’Isanto

Purtroppo…

…alcuni non hanno compreso che questa puntata era un “Pesce d’Aprile”

Quindi mi sono deciso a mettere questa postilla in più alla fine dell’articolo, per evitare di continuare a ricevere commenti e segnalazioni a dir poco imbarazzanti.

Ma alla fine cosa abbiamo fatto?

Abbiamo messo il Pesce d’Aprile nel frullatore, abbiamo scambiato podcast e conduttori. Ognuno di noi ha condotto il podcast di un’altro potendo fare tutto quello che voleva! Il risultato è stato fantastico!

In questa pagina puoi trovare tutte le realtà coinvolte e sentire i rispettivi Show:

Ah, il bellissimo disegno simbolo dell’evento l’ha disegnato Fabio D’Isanto.