Ricoh Theta-S sotto un nuovo punto di vista

Una foto/video camera davvero a tutto tondo! Probabilmente avrai sentito parlare, anche in questo blog e nei gruppi che gestiamo, della possibilità di realizzare delle foto e video a 360°.

Si tratta in pratica di una procedura dove: mettendo la tua reflex o mirrorless su un treppiede, facendo una serie di scatti in sequenza, perdendo del tempo in post-produzione con un computer ecc… alla fine riesci ad ottenere un’immagine molto divertente e particolare che mostra tutto ciò che hai attorno in tutti i 360° di ripresa.

Fighissima… ma estremamente noiosa come tecnica da mettere in pratica con le fotocamere…

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

Foto fatta durante un’escursione in canoa (sinistra) e staff TecnicaFotografica al bar (destra)

Figuriamoci con i video… La GoPro ha realizzato una specie di palla da calcio dove puoi piazzarci 6 GoPro e queste ti fanno in pratica una ripresa a 360°!

Bella anche questa come soluzione, ma chi si può permettere di acquistare 6 GoPro?

Non è sicuramente alla portata di tutti, e comunque è tutta una cosa molto scomoda.

E SE TI DICESSI…

Che esiste però anche un apparato grande quanto un piccolo telecomando televisivo, con 4 tasti funzione che permette di fare tutto questo cliccando solo un bottone?

Si tratta della Theta-S prodotta dalla Ricoh che abbiamo avuto modo di provare e testare per bene in due mesi!

Era da un po’ che avevo nella lista dei desideri Amazon questo apparato.

Mi interessava ed intrigava da tempo ma non rientrava tra i progetti nei quali investire, però ci è venuta in contro Ricoh che gentilmente ci hanno dato un modello i prova per noi!

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

Prima di continuare, specie se è la prima volta che leggi il mio blog, ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, dei materiali per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

ASPETTO FOTOGRAFICO

Ammetto che un po’ scettici lo eravamo tutti nello staff TecnicaFotografica, ma io lo ero ancor di più perché mi sono sempre chiesto come poteva un apparato del genere sostituire tutto il sistema di montaggio foto 360° e fare per di più anche dei video!

Ma ho dovuto ricredermi presto, non appena arrivato il pacco dal corriere!

Quando l’ho presa in mano la prima volta e l’ho provata è stato un fulmine a ciel sereno, assolutamente stupendo!

Me ne innamorai all’istante!

Era come avere uno spunto creativo e totalmente differente da tutto quello che ero abituato a vedere grazie ad un apparato che mi stava in una mano.

Macché Reflex o mirrorless… è piccolissima e versatile!

Me la sono portata in vacanza non potevo davvero farne a meno, ma adesso? Beh nemmeno adesso!

Il problema è che il test è finito e devo restituirla e le cose si mettono male perché mi sa che finirò per comprarmene una per la gioia della mia carta di credito.

Vediamo se indovinate dove ci troviamo? ROMA!

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

ESTETICA E FUNZIONALITA’

Il punto di forza secondo me è l’estrema versatilità.

Ci sono tantissimi modelli di “camera 360°”, basti pensare a Samsung Gear 360 oppure alla Garmin VIRB 360 o alla LG 360 CAM che con il loro design hanno un pò attirato l’attenzione di tutti… ma poi finisce li.

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

Confronto Theta-S vs. Samsung Gear 360 e LG 360 CAM

Di fatto la Theta-S ha un’ergonomia, per quanto minimale, estremamente efficace:

  • ti sta in tasca

  • la comandi con un dito

  • ti sta comodamente in mano

  • è leggerissima

Alla fine risulta essere super discreta e cattura tutto quello che c’è intorno a te e sembra proprio che nessuno ne faccia caso.

Il fatto che ti sta sulla mano è normale scattare delle foto semplicemente alzando la mano, esattamente come vedi fare alle persone che si fanno i Selfie, e forse proprio per questo quando la uso passo totalmente inosservato.

In realtà però questa fotocamera non riprende solo da un lato ma inquadra a 360°… quindi tutti gli elementi presenti attorno a me.

Se sei un appassionato di film stile 007 probabilmente dopo averci giocato per un paio di giorni penseresti che sarebbe stato un aggeggio veramente cool per gli agenti in incognito.

COSA ASPETTARSI E COSA NO

La Ricoh Theta-S è fantastica ma non devi pensare che sia priva di limiti o che siano tutte rose e fiori.

Garantito al 100% ti diverti come un bambino di 10 anni a natale che scarta i pacchi ma passato l’entusiasmo della “novità”, poi vai a scontrarti inevitabilmente anche con le considerazioni tecniche.

Specie noi che scriviamo questa recensione dopo un mese di utilizzo.

MEMORIA NON ESPANDIBILE

La versione che ho avuto a disposizione era di 8GB e questo è un limite piuttosto grande.

I video e foto a 360° occupano un sacco di spazio, specie i video, e in più di un’occasione abbiamo dovuto “smettere” di usarla nonostante davanti a noi ci fossero potenzialmente ancora altre occasioni di usarla prima della fine della giornata.

Ok, in fondo basta usare un cavetto e scaricare tutto su un notebook ma forse era più comodo permettere l’espansibilità della memoria visto che permette in fondo di fare video di per massimo 45minuti a 30 frame al secondo.

Come foto va decisamente meglio, siamo nell’ordine di un’autonomia di circa 1600 foto!

Certo… c’è l’APP che permette molto facilmente di scaricare sia le foto che i video sul tuo smartphone e poi da li salvarle in una scheda di memoria ma sarebbe stato più comodo permettere l’espansione forse, se no altro per il fatto che il mio smartphone ha attualmente solo 5 GB liberi.

SULLA QUALITÀ DELLE IMMAGINI

Sulla qualità finale dei file generati sono rimasto piacevolmente sorpreso.

La prima cosa alla quale stare attenti quando si usa una campagna 360 è verificare come gestiscono la fusione delle due immagini tra loro.

Dispone infatti di due fotocamere, una davanti e una dietro, che riprendono a 180° e poi vengono “incollate” automaticamente tramite il loro software interno di gestione dell’immagine.

Al confronto ad esempio con la fotocamera LG 360 CAM si nota subito l’estrema qualità della Theta-S nel rendere impercettibile lo stacco/attacco tra le due immagini.

Se con la LG ritenevo “normale” il fatto di non poter raggiungere la perfezione nella fusione dei due fotogrammi, con questa invece è quasi incredibile il risultato che si ottiene con la Theta-S.

ATTENTO ALLE LENTI

Non so se sia una questione “risolvibile” agli ingegneri della Ricoh ma io ho trovato veramente “delicati” quegli obiettivi così sporgenti.

Il fatto che la Theta-S ha un design stretto e alto, ti porterà in più di una occasione a posizionarla in verticale per poi magari fare uno scatto a distanza tramite l’APP (si esatto… con l’app la usi come una sorta di “scatto remoto”).

In questa situazione devi stare attento! Basta una vibrazione e/o un colpo di vento che cade subito.

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

Forse il peso degli obiettivi posti sulla parte alta o il fatto che abbia una base tutt’altro che larga, la porta ad essere estremamente instabile quando appoggiata in verticale e se cade va inevitabilmente ad “appoggiarsi” con le lenti molto sporgenti.

Il mio consiglio è, se vuoi usarla in questo modo senza tenerla in mano, di dotare di almeno un Manfrotto Pixi che, pur occupando pochissimo spazio, può veramente diventare il tuo accessorio ideale da abbinare a questa fotocamera 360.

Prima di continuare ti chiedo un piccolo favore. A te non costa nulla, mentre a me serve per migliorare la visibilità di questo post: Condividi e metti “mi piace” a questo articolo!

LA DOMANDA FONDAMENTALE È: VALE L’ACQUISTO?

Su questo punto lo staff TecnicaFotografica ha discusso molto.

Che sia costosa non ci sono dubbi: su Amazon viene proposta ad un prezzo di 372 Euro in promozione (prezzo pieno 399). Clicca qui per vedere se il prezzo è diminuito.

Tuttavia… non possiamo, e lo dico sempre anche a tutte le persone che seguono il blog, limitarci a valutare un prodotto basandoci solo sul prezzo.

La questione è che — veramente — facciamo fatica a non considerarla un prodotto ottimamente riuscito nonostante le mancanze che abbiamo riscontrato ed indicato prima.

La concorrenza offre tante valide alternative ma la Tetha-S è quella che, personalmente, ci ha dato l’impressione migliore. Maturità, materiali validi e l’impressione di avere per le mani un prodotto ben bilanciato e costruito.

Secondo il nostro parere si tratta di un apparato molto particolare che esce dagli schemi. La fotografia 360° non ha nulla a che vedere con le fotografie tradizionali che fai con la reflex.

Questa tipologia di riprese hanno più una finalità di coinvolgimento sociale secondo noi. Torna quindi comoda per documentare le situazioni ed eventi ai quali ci capita, quasi giornalmente, di incappare.

Questa CAM la puoi tenere sempre nel marsupio/borsa/tasca quando esci e tirarla fuori al volo per fare:

  • video con i tuoi amici

  • foto ad eventi e feste

  • documentare in modo coinvolgente una vacanza

  • riprendere un’impresa

Volendo risparmiare puoi optare per una versione “più economica” di questa 360 Cam: la Tetha-SC. Clicca qui per scoprirne il prezzo.

PUÒ AVERE UTILITÀ PIÙ PROFESSIONALI OLTRE CHE PER PRATICO DIVERTIMENTO?

Alcuni collaboratori di TecnicaFotografica sono anche fotografi professionisti, pertanto abbiamo messo sul piatto la questione “uso professionale”.

Anche in questo caso ci sono alcuni elementi da tenere in considerazione:

  • è decisamente valida come CAM per documentare i retroscena di un lavoro che fa un determinato fotografo (prova a pensare che bello riprendere come avviene una sessione si shooting in studio dove di solito non si vede mai cosa c’è dietro la fotocamera);

  • è decisamente interessante per contribuire al servizio da fornire ai committenti nel caso in cui il fotografo lavori in determinati ambiti (feste, matrimoni o eventi live dai quali abbiamo tratto il nostro workshop “fotografi frontepalco”);

  • è limitante la sua autonomia (sia in numero di foto/video che per autonomia della batteria).

  • le immagini vanno comunque “lavorate” perché tramite la loro app su computer non è possibile fare delle composizioni divertenti come l’effetto “minimondo” (vedi immagine qui sotto). Si può però ottenere con una seconda App per Smartphone da loro creata!

 Ricoh Theta-S

Ricoh Theta-S

TECNICISMI

  • La Ricoh Theta-S è più piccola di una cover per occhiali: 13 cm di altezza, 4,4 cm di larghezza e 2,2 cm di spessore per 125 grammi di peso.

  • È rivestita di una gomma con effetto vellutato bella a vedersi ma facile da sporcare devo dire.

  • Le due fotocamere contrapposte hanno un sensore CMOS da 12 megapixel con lenti grandangolari F2.0 in grado di realizzare video sferici con risoluzione fullHD equivalente a 30 frame per secondo.

  • La memoria interna non espandibile è di 8 gb come già indicato precedentemente garantendo un’oretta di riprese video.

  • La batteria non è rimovibile e può essere ricaricata mediante la presa microusb posta sulla parte inferiore della scocca.

  • Nella parte inferiore trova posto anche un comodo attacco a vite compatibile con tutti i comuni cavalletti.

CONCLUSIONI

Ricapitolando, questa piccola zero zero sette non è priva di difetti… ma…

E’ FANTASTICA!

Non posso fare a meno di lei ovunque io vada! me la porterei anche all’Home festival se il test durasse di più!

Penso di acquistarla per dare una visione 360 gradi ai miei lavori!

Siamo giunti alla fine del post. Aspetto i tuoi commenti e le tue riflessioni nei commenti…! In più, se l’articolo ti è piaciuto, ti chiedo semplicemente di cliccare “mi piace” condividere questo articolo sul tuo social network preferito!

Se vuoi acquistarla su Amazon CLICCA QUI

// Active Campaign