Come scegliere la borsa fotografia giusta - Tecnica Fotografica

Come scegliere la borsa fotografia giusta

La scelta della borsa fotografica è uno dei temi che cattura il maggior interesse agli occhi di noi fotografi, indifferentemente dall’essere dei semplici appassionati o fotografi professionisti che si devono preparare per una spedizione.

La scelta della borsa fotografica non è scontata. Esistono tantissimi modelli che differiscono per:

  • dimensioni,
  • peso,
  • resistenza alle intemperie,
  • tipo di materiale,
  • comodità di trasporto.

Prima di continuare, specie se è la prima volta che leggi il mio blog, ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, delle guide per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

LE DIMENSIONI IDEALI DELLA BORSA FOTOGRAFICA

 

borsa fotografica

Sottolineiamo subito un punto: le dimensioni ideali per una borsa fotografica non esistono.

Ogni fotografo, infatti, a seconda di cosa deve trasportare e di quale attrezzatura deve utilizzare, può avere la necessità di borse più o meno capienti.

Quella che sicuramente va valutata, invece, è l’organizzazione degli spazi interni. Alcune borse, infatti, presentano dei semplici spazi in cui inserire la propria attrezzatura fotografica al meglio.

Le borse professionali, invece, presentano spazi idonei e strutturati, spesso con sezioni componibili, ossia di dimensioni variabili, da adattare a seconda delle necessità.

In questo caso, la variazione delle differenti aree in cui inserire i vari pezzi dell’attrezzatura fotografica, viene realizzata tramite spugnette di vario tipo posizionate all’interno della borsa e fissate ad incastro o tramite chiusure con velcro.

L’interno di una borsa fotografica è sempre realizzato in materiali in grado di assorbire gli urti, nei casi migliori è strutturato con veri e propri scomparti differenti, spesso anche disposti su due livelli, separati da uno strato protettivo.

Ma torniamo alle dimensioni: quando devi acquistare la tua prima borsa fotografica non devi mai essere ‘ottimista’ ossia non devi acquistare una borsa perché magari in futuro avrai una macchina più grande o degli obiettivi in più.

La prima, fondamentale regola per un acquisto fatto in maniera corretta ed intelligente, infatti, è che la borsa sia perfetta per l’attrezzatura che si ha e non per quella che si potrebbe avere in futuro. Quindi, se al momento disponi solo di una strumentazione iniziale, ossia di una fotocamera con obiettivo di base (18–55), la scelta deve andare su una borsa di piccole dimensioni, sia essa a tracolla o a zainetto.

Le borse per questa strumentazione di base sono dette borse pronto: sono molto pratiche e vengono utilizzate anche dai fotografi professionisti che amano portare la propria macchina sempre con sé, per ogni emergenza.

Solitamente sono borse di piccole dimensioni, di tipo morbido o semi-rigido e dotate di qualche tasca per riporre piccoli oggetti non necessariamente connessi alla strumentazione fotografica.

Per le appassionate di fotografia esistono anche versioni di borse pronto al femminile, caratterizzate da colori più sgargianti o da dettagli che rendono la borsa più pratica alle necessità delle donne fotografo.

DIVERSI MODELLI PER DIVERSE NECESSITÀ

borsa fotografica
Se le borse pronto rappresentano la base per ogni fotografo, va specificato che la borsa completa, quella in cui poter trasportare tutta la propria attrezzatura, va scelta tenendo in considerazione una serie di parametri.

Per prima cosa bisogna considerare la comodità del trasporto.

Molte borse sono perfette per la protezione dell’attrezzatura, ma non consentono un trasporto semplice e comodo. Un esempio tipico sono le borse rigide: questi modelli garantiscono la massima protezione per il corpo macchina e i diversi obiettivi ed accessori, ma peccano in praticità.

Sono quindi una scelta ideale per grandi spostamenti tramite mezzi di trasporto, ma sicuramente sono poco pratiche da utilizzare per un servizio fotografico da fare in montagna o in zone che prevedono strade non sempre comode da percorrere.

Le borse fotografiche rigide, infatti, sono realizzate in plastica altamente resistente o addirittura in alluminio per cui, oltre ad essere scomode per le dimensioni, possono risultare anche pesanti da trasportare.

Molto più pratici, invece, gli zaini fotografici, che permettono di distribuire il peso del materiale sulle spalle e, allo stesso tempo, garantiscono la libertà delle mani. Gli zaini fotografici sono la scelta perfetta soprattutto quando si fanno escursioni. Si può infatti comodamente portare tutta l’attrezzatura in spalla e, allo stesso tempo, avere le mani libere per poter scattare foto durante il tragitto di marcia.

Tuttavia, va sottolineato che anche gli zaini fotografici possono presentare qualche punto a sfavore: il primo è quello di non poter offrire, come avviene per la borsa fotografica da spalla, un rapido montaggio e smontaggio dell’attrezzatura.

Ogni volta che si vuole scattare una foto, infatti, bisogna togliere lo zaino dalla spalla, montare il tutto e poi rimettere lo zaino in spalla. Per questo motivo, quando si va in giro con lo zaino fotografico, ti consiglio di avere sempre la macchina fotografica con obiettivo base a portata di mano.

Togliere e mettere lo zaino in spalla, aprirlo e chiuderlo ogni volta e sistemare i differenti obiettivi ed accessori non è un movimento molto pratico da fare e, soprattutto, potrebbe far perdere molti momenti magici da immortalare.

I fotografi, quasi sempre, amano viaggiare. Per questo motivo, per quanti siano dotati di grandi attrezzature, esistono anche dei trolley da viaggio per fotografi.

Si tratta di vere e proprie valigie, di dimensioni differenti, rigide o semi-rigide, che permettono il trasporto di tutto il materiale necessario per i propri servizi fotografici. Bisogna tuttavia fare attenzione ad una cosa: i trolley, per quanto comodi per il trasporto, non dovrebbero mai essere imbarcati in caso di voli aerei.

Il rischio di danno al materiale e alle attrezzature fotografiche durante l’imbarco e lo sbarco, infatti, è molto elevato. Per questo motivo, è bene scegliere un trolley di dimensioni tali che possa essere considerato come bagaglio a mano, potendolo così portare con sé in aereo senza problemi ed assicurarsi che non subisca danni.

Allora come ti sembra questo articolo? Ti piace? Perché non lo condividi con i tuoi amici o sul tuo social network preferito? Aiuterai sia il blog a crescere e potresti suggerire qualcosa di interessante a chi ti sta attorno!

IL PESO E LA COMODITÀ

borsa fotografica
Un importante aspetto da tenere in considerazione quando si sceglie la propria borsa fotografica è soprattutto il peso.

Portare l’attrezzatura fotografica con sé non deve essere una tortura, ma un qualcosa di piacevole. Per questo motivo è inutile scegliere una borsa di grosse dimensioni che poi si fa difficoltà a trasportare.

Non tutti i fotografi sono dotati della stessa forza e, allo stesso tempo, non tutti effettuano grossi spostamenti per poter dare vita ai propri scatti. Per questo motivo è fondamentale scegliere, prima dell’estetica, la praticità.

A volte è meglio avere un obiettivo in meno, ma riuscire a camminare e muoversi in maniera molto più veloce, piuttosto che avere tutto il materiale a disposizione e poi non riuscire a raggiungere la meta da fotografare per il peso eccessivo delle borse e degli accessori.

Da questo punto di vista, va specificato che, soprattutto quando si è alle prime armi e si è pieni di voglia di utilizzare tutti i propri accessori, a volte si fa l’errore di portare con se molta attrezzatura inutile.

La valutazione di cosa può servire o meno, a seconda della location e dei soggetti da fotografare, è fondamentale per selezionare la borsa fotografica giusta. Naturalmente, un professionista può essere dotato di più borse da scegliere a seconda del tipo di servizio fotografico da fare.

I semplici appassionati, invece, dovrebbero saper mediare, puntando in ogni caso sempre sulla comodità, per non trasformare un hobby in un’attività scomoda e faticosa.

Proprio a proposito della comodità, va specificato che non bisogna solo valutare la comodità della borsa in rapporto al materiale che può contenere, ma anche la comodità nel portata.

Borse e zaini dovrebbero avere cinghie e tracolle ampie ed imbottite, per un trasporto a spalla sempre comodo e ben strutturato. Nel caso di zaini è importante che essi presentino lo schienale rigido che assicuri la giusta posizione all’attrezzatura e resti ben fermo sulla schiena. Perfetti anche gli zaini più strutturati che prevedono l’allaccio in petto o in vita, proprio come nel caso di zaini da montagna: in questo caso, infatti, la distribuzione del peso è più omogenea su tutto il corpo e non va a gravare solo sulle spalle.

LA RESISTENZA AGLI AGENTI ATMOSFERICI E NON SOLO

borsa fotografica
Un ultimo, importante punto da tenere in considerazione quando si acquista una borsa per macchine fotografiche ed accessori, è il materiale da cui è fatta. La scelta migliore è quella di puntare su borse/zaini realizzati in tessuti o materiali impermeabili, per assicurarsi il completo isolamento in caso di pioggia improvvisa. Alcune borse presentano una copertura impermeabile da utilizzare solo al momento del bisogno.

Quando si parla di materiale, in realtà, non si dovrebbe prendere in considerazione solo il corpo della borsa fotografica, ma anche i dettagli. I rinforzi, ad esempio: quelli in metallo sono sicuramente più resistenti di quelli in plastica, ma questi ultimi sono più idonei in caso di sbalzi termici, umidità e pioggia.

Lo stesso vale per eventuali cerniere di tasche: le zip possono essere in metallo o in materiali plastici. L’importante, in questo caso, è che essere scorrano sempre alla perfezione e non si incaglino durante le continue aperture e chiusure delle tasche. Per le borse di grandi dimensioni conviene sempre preferire cerniere, rinforzi e le zone di connessione in metallo, in modo da avere la certezza di una maggiore resistenza.

Anelli e cerniere in plastica, infatti, pur garantendo una maggiore protezione in caso di pioggia, salsedine o possibili agenti corrosivi, potrebbero non sopportare il peso di un carico eccessivo. In caso di borse pronto, invece, in cui il carico si riduce a quello della sola macchina fotografica e di un obiettivo, questo tipo di materiale si presta molto meglio di qualsiasi tipo di metallo.

Le eventuali tasche, infine, devono sempre caratterizzate da una chiusura sicura. Non si può rischiare di perdere i propri accessori a causa di tasche che non chiudono bene o che non sono proprio dotate di chiusura.

PER CONCLUDERE

L’acquisto della borsa fotografica non deve essere effettuato in maniera affrettata: prima di effettuarlo bisogna sapere valutare tutti i parametri sia strutturali, ossia materiali, peso, forma e colore, sia quelli più soggettivi, come il reale uso che se ne deve fare.

Se si è alle prime armi può essere più che sufficiente acquistare una borsa pronto che, in ogni caso, non dovrebbe mai mancare tra le borse di un fotografo. Con la crescita delle attrezzature si può poi decidere di effettuare un acquisto più professionale, tenendo sempre conto del tipo di fotografie che si intende effettuare e, quindi, della strumentazione necessaria.

Solo un’attenta analisi potrà garantire un acquisto corretto e duraturo e potrà evitare il rischio di comprare una borsa fotografica non idonea alle proprie necessità scelta solo perché esteticamente molto bella.

LE BORSE SELEZIONATE DA TECNICAFOTOGRAFICA

Sto cominciando a selezionare e consigliare le borse fotografiche che ho modo di provare o che mi hanno consigliato amici e colleghi che le usano. Se vuoi darci un occhio e vedere se ci sono delle promozioni in corso clicca qui!

Ah, ultima cosa importantissima. L’articolo ti è piaciuto? Lasciami un commento qui sotto o condividi l’articolo con i tuoi amici!

Alessio

Blogger, Autore, Fotografo ed Imprenditore Online, Questo è il mio progetto più importante. Guarda le mie foto su 500px o SmugMug.

Ti potrebbe anche interessare...