Extra Bokeh. Tokyo come non l’hai mai vista - Tecnica Fotografica

Extra Bokeh. Tokyo come non l’hai mai vista

Oggi è il turno di un post dedicato all’ispirazione. Ho creato questa rubrica appositamente per raccogliere articoli, portfolio e feedback di fotografi che, con il loro lavoro, hanno buone chance di ispirare anche te nel realizzare certi tipi di fotografia.

takashi-kitajima-07-600x398
Takashi Kitajima ha realizzato un portfolio della sua Tokyo sfruttando la tecnica del Bokeh, ma catturando le immagini da una prospettiva elevata sfruttando i grattaceli e cavalcavia pedonali.

Il tutto per catturare delle immagini mozzafiato di Tokyo.

Non è facile, quando si visita una grande città, catturare delle immagini originali di alcuni punti di riferimento famosi come il il Shinjuku Park Tower e il Rainbow Bridge.

La tecnica utilizzata quella del bokeh, ma gestita in modo tale da rendere quasi tutto sfocato e lasciando intravedere solo qualche piccolo particolare, che poi è il centro d’attenzione che intendeva farti raggiungere.

Takashi Kitajima lo chiama “Extra Bokeh”, ma tu puoi chiamarlo semplicemente BOKEH, una delle tecniche fotografiche che ti può dare molti spunti creativi.

Prima di continuare, specie se è la prima volta che leggi il mio blog, ti vorrei suggerire di iscriverti alla newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, dei materiali per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

Il motivo per cui questa tecnica del Bokeh è apprezzata non è limitata solo al fatto che ti permette di ottenere delle immagini visivamente interessanti. Se riesci a sfruttarlo nel modo giusto puoi infatti indirizzare l’attenzione dell’osservatore sugli elementi dell’immagine che ti sei prefissato, rendendo ancora più forte la tecnica compositiva che hai adottato.

La parola “Boke”, di origini giapponesi, significa letteralmente “sfocatura”.

Kitajima sfrutta in modo molto efficace e ragionato il Bokeh, per farti apprezzare Tokyo come non l’avevi mai vista. Se vuoi vedere tutto il suo portfolio CLICCA QUI.


Tra le sue foto Shinjuku Park Tower: la seconda struttura più alta di Shinjuku, Tokyo, in Giappone. Disegnata da Kenzo Tange e completata nel 1994. La Shinjuku Park Tower è composta da tre torri; La torre S, che è 235 m di altezza, con 52 piani, la torre C che è alta 209 m, con 47 piani e la N torre che è alta 182 m, con 41 piani.

Il Rainbow Bridge è un ponte sospeso situato a Tokyo, nel quartiere di Minato. Attraversa la parte settentrionale della Baia di Tokyo, tra Shibaura e l’isola artificiale di Odaiba. La sua costruzione iniziò nel 1987 e si concluse nel 1993, quando il 26 agosto fu aperto al pubblico. È lungo 798 metri e la campata maggiore misura 580 metri, è largo 49 metri e la strada si trova a 52 metri dal livello del mare, anche se le torri raggiungono un’altezza di 126 metri (fonte Wikipedia)


Una curiosità; Rainbow Bridge non è il nome reale del ponte, ma piuttosto un soprannome dato dagli abitanti per la sua caratteristica di essere illuminato da fonti luminose colorate dandogli, di conseguenza, l’apparenza di un arcobaleno.. (Rainbow in Inglese). Tra l’altro forse hai già visto questo ponte in qualche rappresentazione Godzilliana….

APPROFONDIMENTI

bokeh
Se questo articolo ha stimolato la tua curiosità e vuoi approfondire questa tecnica, ho realizzato una guida specifica che tratta proprio questo tema. Una guida passo-passo composta da 80 pagine che puntano direttamente a farti ottenere i risultati, con oltre 50 immagini illustrative ed oltre 10 esempi pratici.

Il tutto nel solito linguaggio semplice non rivolto ai soli tecnici della fotografia. Clicca qui per andare alla pagina dedicata alla guida.


Questo articolo è tratto da ExposureGuide e liberamente tradotto/rielaborato.

Alessio

Blogger, Autore, Fotografo ed Imprenditore Online, Questo è il mio progetto più importante. Guarda le mie foto su 500px o SmugMug.

Ti potrebbe anche interessare...