Un nuovo modo di fare bianco e nero - Tecnica Fotografica

Un nuovo modo di fare bianco e nero

Ma quanto è difficile gestire il bianco e nero con un software? Eppure quanto facile è fare una foto in bianco e nero?

Scommetto che anche tu hai voluto (oppure sei stato costretto/a) ad editare delle foto in bianco e nero, ma non hai mai ottenuto risultati soddisfacenti. Di sicuro non all’altezza di tante foto spettacolari che si trovano sul web!

Tonality Pro

Beh… in questo articolo non ti darò dei consigli, ma troverai anche un vero e proprio strumento per editare delle fotografie in bianco e nero. No, non voglio farti passare per Photoshop, Lightroom o simili, ma prima ti chiedo di condividere questo articolo e darmi una mano a promuovere questo blog. Non ti costa nulla, solo un secondo e qualche click, ma veramente… darai una mano enorme al progetto che sto portando avanti. Ti basta cliccare su uno di questi tasti, oppure semplicemente cliccare su +1 nel tasto google.

[sociallocker id=2415][/sociallocker]

Era da un pezzo che volevo scrivere un articolo introduttivo sulla fotografia in bianco e nero, ho ricevuto tantissime email di richiesta esplicita su questo argomento ed onestamente non sapevo da che parte cominciare.

Ma come Alessio? Hai sul tuo sito personale delle discrete foto in bianco e nero, e mi stai dicendo che non sai da che parte cominciare?

Ebbene si. Mi piace il bianco e nero. Talmente tanto che, non soddisfatto dei risultati che ottenevo ritenendoli eccessivamente artificiali, mi sono preso anni fa una bella fotocamera analogica (Leica CL, una serie economica di Leica nata dalla collaborazione con la Minolta) e, dotandola di una pellicola ILFORD, mi sono divertito a sperimentare.

Non mi sono limitato a fare delle fotografie, ma ho voluto imparare anche tutto il processo di sviluppo e stampa dei negativi! Risultato? Ho imparato a sviluppare i negativi in bianco e nero a casa, ma non potendo occupare il bagno con un proiettore di stampa, ho optato per un meno ingombrante scanner Epson per pellicole.

Cosa ne ho tratto di istruttivo in tutto questo? Sicuramente mi sono divertito un sacco (si, veramente… è molto divertente sviluppare i negativi e dicono che la stampa sia ancora meglio; di sicuro si ha una consapevolezza maggiore su cosa significa “creare una foto”. Non significa che rimpianga l’analogico, ritengo che il digitale sia comunque una comodità notevolissima).

Ma la cosa più importante è che ho preso molta più consapevolezza di come volevo editare il bianco e nero con le mie fotocamere digitali.

Bene. Ottimo. E allora Alessio perché non ci parli allora del bianco e nero? Dov’era la difficoltà nel farlo?

La difficoltà non è stata tanto capire come volevo editare i file, infatti mi ero anche messo già a scrivere qualcosa al riguardo, quanto piuttosto aver preso la consapevolezza che io bene o male so usare abbastanza bene Photoshop, Lightroom o Capture-One, mentre la maggioranza delle persone che avrebbero letto l’articolo probabilmente non ha le mie stesse competenze al riguardo. Avrebbero incontrato delle difficoltà. Difficoltà tecniche nello specifico. E presumo che anche per te, che stai leggendo, forse le cose non sono proprio rose e fiori.

Questo fino a un paio di settimane fa. Poi mi è arrivata una mail da una software house iscritta alla mia newsletter per ricevere i miei contenuti gratuiti che invio, che mi dice:

Hey Alessio… ho visto il tuo sito personale con tante belle foto in bianco e nero. Che ne dici di provare il nostro software per editarle? Ne abbiamo uno sviluppato specificatamente uno per la gestione del bianco e nero, ma permette di fare molto altro”.

Avevo già sentito parlare di questo software, ma non ci avevo mai dato tanta importanza. Almeno fino a poco prima di scrivere questo articolo.

Se finalmente mi sono deciso a scrivere questo articolo è proprio grazie alla mail ricevuta qualche settimana fa, che mi ha convinto a testare e fatto scoprire un software veramente interessante e che permette a chiunque di editare delle foto in bianco e nero (ma non solo), senza la necessità di essere degli esperti di post-produzione, in modo efficace e con risultati ottimali.

Il software si chiama Tonality Pro. Ma non cercarlo subito nel web, aspetta di leggere tutto l’articolo perché ci sarà una sorpresa per te.

Tonality Pro

Dov’è la forza di questo software?

  • E’ semplice da usare…
  • ma dispone di molti predefiniti…
  • ma se ne può anche fare a meno (dei predefiniti)…
  • permette di sfruttare editing avanzati…
  • permette di gestire maschere e livelli…
  • ha strumenti molto specifici per il bianco e nero…
  • ma si possono anche gestire i colori…
  • e permette di crearsi uno stile personalizzato.
  • e costa relativamente poco…
  • ancora meno se lo prendi con il mio codice promozionale…

Ma non ci sono solo aspetti positivi. Uno di negativo c’è. E’ un software solo per MAC. Se sei un utente Windows però non finire la lettura qui, alla fine del post ti darò una soluzione valida anche per il PC.

Ho realizzato alcuni video per illustrarti a grandi linee il software pertanto la cosa migliore da fare ora è quella di guardare questo video introduttivo che ti dimostra quanto è semplice effettuare una post-produzione efficace senza dover essere degli esperti di elaborazioni grafiche avanzate.

https://www.youtube.com/embed/W1IMVCnbTE0?rel=0


INTERFACCIA

Come tutti i software sviluppati principalmente per sistemi operativi Apple, si presenta a primo impatto molto semplice ed intuitivo e non serve consultare il manuale per utilizzarlo.

Se usi già Adobe Lightroom, oppure ci hai lavorato un po’, potrai riscontrare delle somiglianze, specie per quanto riguarda il pannello di destra con tutti gli strumenti che sembrano disposti allo stesso modo, quindi non troverai alcuna difficoltà ad utilizzarlo.

Gli strumenti di Tonality Pro, che sono posizionati uno sotto all’altro con una sequenza logica che rispecchia il flusso di elaborazione ideale che dovresti adoperare nello sviluppo della fotografia.

Va comunque considerato, per non credere che si tratti di una copia di Lightroom, che gli strumenti messi a disposizione da questo software per la gestione del bianco e nero sono estremamente diversi, specifici ed ottimizzati per la gestione di questo tipo di immagini.

Tonality Pro

ASPETTI INTERESSANTI

  • Gestisce le foto in bianco e nero, ma permette di integrare anche i colori originali dell’immagine per creare foto con effetto drammatico.
  • Permette di gestire i livelli e maschere, con opzioni di fusione, allo stesso modo di come si trovano in photoshop.
  • Quando apri un’immagine con questo software, viene immediatamente desaturata. In altre parole non devi fare la conversione in bianco e nero prima di iniziare a metterci le mani, l’immagine è già predisposta in una condizione neutra per darti l’opportunità di gestire la foto al meglio.
  • Permette di eseguire una post-produzione personalizzata e dettagliata sull’immagine, tuttavia permette anche, per chi non è pratico di modifiche digitali, di sfruttare dei predefiniti molto validi (sia sotto l’aspetto artistico, ma anche come repliche di pellicole analogiche).
  • Permette di salvare i file in formato proprietario in modo da non perdere le modifiche effettuate fino ad un certo punto ed i livelli creati, un po’ come avviene con il salvataggio nel formato .psd o .tif.
  • Gestisce anche i file RAW.

VUOI PROVARLO?

Di seguito un video con 4 esempi di post produzione che ho realizzato con il software:

https://www.youtube.com/embed/xh56gLLSBB0?rel=0


Sono convinto che possa essere un’ottima soluzione se vuoi realizzare delle fotografie in bianco e nero d’impatto, con tante soluzioni d’intervento possibili o sfruttando più agevolmente i predefiniti.

VUOI ACQUISTARLO?

Se vuoi acquistarlo clicca sul banner o su questo link per poter scaricarlo in versione FREE per un certo periodo:

SEI UN UTENTE WINDOWS?

Se non utilizzi MAC ci possono essere varie soluzioni in commercio interessanti per effettuare della post-produzione in bianco e nero, ma tra tra tutte quelle che ho provato non posso che consigliarti il pacchetto Nik Collection, rilevata da google tempo fa, ed in particolare Silver Exef Pro.

Se questa soluzione ti è piaciuta mi farebbe piacere vedere le tue foto che hai realizzato. Puoi farlo attraverso Facebook scrivendo direttamente nella bacheca della mia pagina, oppure in Google Plus.

Se invece vuoi semplicemente dare un tuo parere, puoi sfruttare l’area commenti qui sotto.

Alessio

Blogger, Autore, Fotografo ed Imprenditore Online, Questo è il mio progetto più importante. Guarda le mie foto su 500px o SmugMug.

Ti potrebbe anche interessare...