Come crearsi un sito web fotografico

Sito Web
Sito Web

Se sei un vero appassionato di fotografia con anche magari qualche ambizione nel creare qualcosa di interessante con la fotografia, un progetto, una gallery online o semplicemente stai pensando di affrontare l’ardua strada del “fotografo professionista”, prima o dopo incappi nella necessità di farti un sito web fotografico.

Arrivare nel 2017 con qualcosa di interessante da dire senza avere per le mani GIA’ un sito web è veramente da pazzi furiosi, da rinchiuderti e buttare via le chiavi.

Tuttavia… mettendomi nel presupposto che tu conosca da poco la fotografia o che un colpo di creatività abbia improvvisamente scosso la tua esistenza, il problema comune è che effettivamente nella maggioranza dei casi non si sa da che parte andare, che servizio adottare o a che soluzione affidare le nostre immagini.

La scelta peggiore e meno saggia che potrai fare è ovviamente affidarti a “san google” per trovare dei suggerimenti in tal senso.

Ma so già che l’hai fatto e che probabilmente questo ha causato ancora più confusione nella tua testa e forse per questo sei arrivato qui… a leggere questo articolo.

Non devi sentirti in colpa o vergognarti di questa situazione, ci sono passati tutti - io per primo - ed infatti non ti nego di aver testato, provato, creato, smontato e poi rifatto centinaia di siti web per la mia attività fotografia.

Non è assolutamente colpa tua se hai tutta questa confusione in testa, la questione è che la maggioranza dei fotografi in Italia di base sono estremamente ignoranti sull’aspetto “online”.

Basano quasi il 100% del loro attività di marketing sul passaparola, non conoscono le potenzialità del mondo online e paragonano il sito web ad una VETRINA.

Prima di continuare, specie se è la prima volta che leggi il mio blog, ti voglio suggerire la mia newsletter. I motivi ti possono sembrare banali, ma in realtà iscrivendoti riceverai prima di tutto, e gratuitamente, dei materiali per apprendere alcune tecniche fotografiche. Per secondo, riceverai settimanalmente dei consigli e suggerimenti fotografici rivolti esclusivamente a chi è iscritto. CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ »

portfolio
portfolio

PRIMA DEL SITO WEB

Torno nuovamente a prendermi in causa! Io per primo! Per tutti gli anni nei quali sono stato “fiscalmente” un fotografo professionista anch’io basavo il mio “marketing” sul “passaparola”.

Ma sopratutto… ero convinto che fosse l’unica strada “da percorrere” ed era questo il problema più grave.

IL PASSAPAROLA

Cos’è il passaparola? Beh… per farti un esempio pratico:

tu fai un lavoro ad un tuo amico e questo parla bene di te ad un suo conoscente. Il conoscente viene successivamente da te e ti ingaggia per un lavoro.

Questo è un esempio di “business” basato sul “passaparola”.

Dal punto di vista “teorico” questo modello di business è assolutamente efficace (ed in effetti lo è limitatamente a se stesso).

Le possibilità di crescita ed ampliamento del bacino clienti è “teoricamente” interessante, specie se hai tanti amici felici che parlano bene del tuo lavoro, ma ha due grossi limiti:

Il primo è di tipo pratico:

due clienti “infelici” che magari conoscono “tanti potenziali clienti nel tuo target”possono danneggiare in modo repentino la tua attività professionale.

Non arrivano i clienti, nessuno ti chiama, e sopratutto non sai nemmeno capirne il motivo(prezzo alto? Hai un carattere di m…? Il target di utenti nel mercato è cambiato?).

Il secondo è di tipo tecnico:

se tu, come presumo hanno fatto tutti, per entrare ed affermarsi nel mercato punta sul fare un “prezzo più basso del concorrente”(che non significa lavorare sottocosto ma magari fai un prezzo più basso solo perché sei in una posizione fiscale più vantaggiosa) puoi rischiare di crearti un mercato attorno a te dove sei riconosciuto per il fatto che “fai prezzi bassi” piuttosto che “per la tua bravura”.

E credimi… Non è nemmeno tanto bello essere ricordato come fotografo con il miglior rapporto “qualità/prezzo” perché di solito significa ugualmente essere ricordato per i prezzi più bassi.

IL RISCHIO DEL PASSAPAROLA

Questo è molto rischioso perché prima o dopo, e non ci scappa nessuno, dovrai anche tu adeguarti ai regimi fiscali dei tuoi concorrenti che sono li da molti più anni di te.

E li cade il palco. Per questo motivo la “chiusura delle attività professionali” si verifica mediamente “non i primi anni”, ma quelli successivi.

Ed ovviamente viene sempre data la colpa al governo ladro che applica troppe tasse (tasse che sono tenuti a pagare stranamente anche i tuoi concorrenti che però sono ancora li che lavorano in quel settore da più tempo di te e con prezzi più alti).

Beh… tornando a noi.

Pur essendo convinto che il modello di business basato sul passaparola fosse la scelta giusta per la mia attività di fotografo ho capito che non potevo basare il mio business su una gamba sola.

Siamo chiari… il passaparola è comunque una cosa che porta i suoi frutti, specie se lavori bene, ma non potevo basare il mio business solo su quello per i motivi detti prima.

È da qui che ho scoperto l’importanza dell’online:

  • dell’avere un sito web adeguato alla mia professione di fotografo,
  • uno strumento che non fosse una mera “vetrina” ma che potesse diventare un collegamento e punto d’incontro con le persone che cercano un servizio come quelli che offro io.

Da qui sono iniziate le mie sperimentazioni più varie.

portfolio
portfolio

LE SOLUZIONI PER CREARSI UN SITO WEB ONLINE

Posso dire di aver “adottato” e “sperimentato” qualsiasi soluzione che l’online fornisca attualmente per i fotografi:

  • dal sito in HTML direttamene realizzato da me scrivendo il codice a mano (e credimi che avevo realizzato delle cose veramente spettacolari)
  • al sito in FLASH, anche questo in buona parte fatto da me scrivendo il codice a mano per poi scoprire che il “Flash” non era una cosa che il “mobile” (ovvero smartphone e tablet) ama molto… Sarebbe quindi da pazzi mettersi a fare un sito in Flash oggi.
  • Poi ho scoperto Wordpress e qui mi si è aperto il mondo. Ovvero la possibilità di crearmi un sito web totalmente personalizzato, all’avanguardia e strutturato, senza essere un “tecnico del web”.
  • Per finire poi a scoprire soluzioni “all-in-one” chiavi in mano.

MA QUINDI… COSA SCEGLIERE? COSA FARE?

Io la vedo in questo modo.

Se sei un fotografo che vuole affermare la sua identità fotografica nel mercato e nell’online devi secondo me avere questi tre paletti:

  • un buon sito web ottimizzato per la fotografia.
  • una posizione social dove farti trovare ed interagire con i tuoi potenziali clienti e sopratutto EX CLIENTI. I tuoi EX CLIENTI sono quelli che alimentano il passaparola e che più di tutti esalteranno il tuo operato (se fatto bene) agli occhi di tutti quelli che invece ti seguono ma non conoscono i retroscena di te e di cosa hai fatto. Potrebbe essere una PAGINA FACEBOOK ma ancora meglio sono i GRUPPI. Cosa c’è di meglio dell’avere degli utenti che vogliono entrare a far parte del tuo gruppo? Se non ti hanno già fatto fare un lavoro significa che quasi sicuramente si affideranno a te in futuro, non appena sarà il momento giusto.
  • Un posto dove raccontare cosa fai, dove sei e che visione hai del lavoro che fai. Può essere un comune “blog”, ovvero una specie di diario, ma ancora meglio potrebbe essere un podcast, una newsletter e/o vlog (ovvero dei video).

IL SITO WEB IN WORDPRESS

Sito Web
Sito Web

Una delle soluzioni ideali è quella di adottare WordPress per il tuo sito fotografico.

In questo articolo non posso spiegarti per punto e per segno come si crea un sito su Wordpress, devi per forza seguire un breve corso o farti dare una mano, anche se si tratta di una cosa abbastanza semplice da fare.

Prima di tutto devi acquistare un dominio(ad esempio tecnicafotografica è il nome del dominio di questo blog).

Poi acquisti lo spazio web (hosting) ovvero il posto dove vengono salvate le varie cartelle, pagine del sito web e foto che andranno a comporre il tuo sito web appunto.

Per finire devi adottare una “grafica” del sito, ovvero come vuoi che compaia visivamente agli occhi degli osservatori quando digitano il tuo indirizzo web.

I VANTAGGI DI UN SITO WEB SU WORDPRESS

Wordpress ha il vantaggio:praticamente tutti sanno metterci le mani.

Tu magari no, e in questo casoti sconsiglio di scegliere questa opzione, ma se ti affidi ad un amico appassionato di siti web sicuramente saprà metterci le mani e crearti un sito web funzionante in poche ore.

Una volta creato ed operativo sarà praticamente una sciocchezza per te gestirlo perché è veramente FACILE e l’interfaccia di amministrazione non è più complessa dell’andare a controllare la posta su Gmail.

L’altro vantaggio di Wordpress è la possibilità ovviamente di personalizzare al massimo la grafica (cosa che è ovviamente complessa se devi farla tu) ed infatti molti acquistano le grafiche ottimizzate e specifiche per l’uso, da dei freelance che le realizzano e le mettono in vendita per 40-50 euro su siti specializzati come ThemeForest(cliccando qui trovi una selezione di grafiche per fotografi).

Prima di continuare ti chiedo un piccolo favore. A te non costa nulla, mentre a me serve per migliorare la visibilità di questo post: Condividi e metti “mi piace” a questo articolo!

HA SENSO AFFIDARE TUTTO AD UN WEB DESIGNER?

Ovviamente se è nel tuo interessa farti una grafica totalmente personalizzata puoi anche ingaggiare un web designer che ti realizza una cosa da hoc per te, ti costerà un pochino più delle 40-50 Euro di prima, ma ovviamente ti permette di avere l’assoluta originalità.

Ti consiglio di adottare questa soluzione in un secondo momento, quando magari la tua attività e brand ha raggiunto un certo livello di popolarità.

Se poi ci fai caso quasi tutti i siti web per fotografi sono molto simili. Ti sei mai chiesto perché?

La motivazione è più semplice di quello che pensi: non è che con i siti fotografici puoi fare tanti esperimenti di stile… sono tutti sostanzialmente simili perché quello è lo standard migliore per visionare le foto sul web, tablet e smartphone inclusi.

SITO WEB SU SERVIZI ALL-IN-ONE

Sito Web
Sito Web

Se l’idea di metterti a smanettare con hosting e template Wordpress ti fa paura o non hai amici che sanno smanettare e fare manutenzione a questo tipo di servizi, puoi affidarti ad un servizio “all-in-one”.

Parlo di servizi come SmugMug.

Se cerate SmugMug sul web vi esce un servizio dove in sostanza tu paghi un abbonamento mensile e/o annuale scegliendo tra i vari piani messi a disposizione (basta cliccare su PLANS e poi OVERVIEW).

Cliccando qui puoi vedere un esempio (il mio sito personale).

Che vantaggio ti danno siti come SmugMug? Tu devi solamente preoccuparti di inserire le foto e scegliere una delle grafiche che ti mettono a disposizione.

In pochi minuti (tempo di caricare le foto e fare qualche personalizzazione) ti ritrovi con un sito ottimizzato per la fotografia online.

COSA SIGNIFICA “OTTIMIZZATO PER LA FOTOGRAFIA”?

Significa che il caricamento del sito web è ai massimi livelli, chi visita il tuo sito non avrà rallentamenti nella navigazione(ricorda infatti che più della metà degli utenti se ne vanno dal tuo sito web se le pagine e foto non si caricano entro pochi secondi).

Siti come questo inoltre ti danno vari tool a disposizione (ovviamente in base al piano che acquisti) come ad esempio io ho sottoscritto il piano che:

  • mi da la possibilità di abbinarci un dominio personale
  • mi da modo di creare delle gallery web per i miei clienti pubbliche/private e/o protette da password. Ottime proprio per far vedere le anteprime dei lavori.
  • impedisce agli utenti di “scaricare” le immagini senza consenso, o quanto meno se uno tentava si scaricava solo una versione a bassissima risoluzione.

Ovviamente ha anche la possibilità di vendere le foto direttamente online, ma non è una funzionalità molto usata in Italia.

Ci sono tuttavia anche altre soluzioni simili a SmugMug tra cui la più nota è sicuramente 500px che, in versione a pagamento, è molto simile.

Cliccando qui puoi vedere il mio account 500px.

Simile a SmugMug c’è Photoshelter, altro portale dedicato ai fotografi che vogliono sopratutto vendere foto online.

Cliccando qui spesso puoi ottenere uno sconto o prezzo agevolato(dipende alla promozione in corso) su SmugMug.

QUESTIONE ORIGINALITÀ

Magari non ti piacciono queste idee per il fatto che non puoi essere originale?

Beh… ci sono tanti fotografi famosi che utilizzano queste soluzioni come il sito di ColbyBrown ed Elia Locardi, che ho citato più volte.

SITO WEB WORDPRESS ma “ALL-IN-ONE”

Sito Web
Sito Web

Esistono infine una terza tipologia di servizio web che puoi valutare per realizzare il tuo sito web fotografico.

Sono soluzioni che mettono a disposizione ad esempio StudioPress. In pratica affidandoti a loro hai a disposizione:

  • un mix tra SmugMug e Wordpress
  • personalizzazione ai massimi livelli
  • possibilità di cambiare/modificare e personalizzare i temi grafici
  • certificato SSL già incluso (cose tecniche... ma meglio averlo!)
  • zero manutenzione

Cosa cambia dal sito “Wordpress” di cui ti ho parlato prima?

Dal lato “pratico” nulla. Sono esattamente la stessa cosa. Ma cambia per il fatto che non devi più sostenere l’onere della manutenzione. Il che è un valore aggiunto molto comodo…

Se ti chiedi quanto utili sia questa ultima soluzione beh… attualmente tecnicafotografica.net è basato un servizio come questo, fornito da StudioPress.

PER CONCLUDERE?

Come sempre è difficile dare un consiglio diretto e mirato per un servizio valido per tutte le esigenze. Non esiste infatti una soluzione unica ed universale.

Se esistesse allora sarebbe utilizzata da tutti no?

Il mio consiglio è di testarli tutti. Tutti i servizi ti danno modo di testarli per almeno 30 giorni e, se non bastano, puoi acquistare e pagare solo i mesi che ti servono per capirne la sua utilità in base alle tue esigenze.

L’unica cosa certa e che se non sei pratico di Wordpress o non ti interessa tenere un blog allora forse ti conviene evitare Wordpress e scegliere soluzioni tipo SmugMug.

Cliccando qui spesso puoi ottenere uno sconto o prezzo agevolato(dipende alla promozione in corso) su SmugMug.

IL PODCAST

Forse ti può interessare anche il PodCast sull'argomento che ho registrato tempo fa:

Siamo giunti alla fine del post. Aspetto i tuoi commenti e le tue riflessioni nei commenti…! In più, se l’articolo ti è piaciuto, ti chiedo semplicemente di cliccare “mi piace” condividere questo articolo sul tuo social network preferito!

// Active Campaign